L’archivio della coscienza, il thriller di Benedetto Scampone ambientato a Roma.

L’archivio della coscienza, il thriller di Benedetto Scampone ambientato a Roma.

L'archivio della coscienza, il thriller di Benedetto Scampone ambientato a Roma.
 
Titolo: L'archivio della coscienza
Autore: Benedetto Scampone
Genere: Thriller
Casa Editrice: Gruppo Albatros Il Filo
Collana: Nuove Voci - Tracce
Pagine: 448
Prezzo: 18,50 €
Codice ISBN: 978-88-306-09-983
 
Quando abbiamo un serial killer, una serie di omicidi collegati, un mistero da risolvere e un profilo psicologico da costruire abbiamo tutti gli elementi necessari per un buon romanzo thriller. Se è proprio questo quello che state cercando, dovete assolutamente leggere il romanzo di Benedetto Scampone, L'archivio della coscienza, edito da Gruppo Albatros-Il Filo. L'autore, romano di nascita, ma braccianese di adozione, proprio nella città di Bracciano ha trovato ispirazione per la sua storia. Al centro della narrazione vi sono una serie di omicidi, che subito si comprende essere opera della stessa persona. Siamo di fronte ad un serial killer che opera indisturbato nella Capitale. Dalle prime indagini emergono dei particolari raccapriccianti e insoliti. Le vittime sono donne, che una volta uccise, vengono dal killer posizionate in modo da riprodurre scene di quadri di Vincent Van Gogh, ma la cosa più spaventosa è che le vittime presentano un particolare inaspettato: hanno tutte le labbra incollate. Si scoprirà, successivamente, che all'interno della bocca, il killer ha inserito un messaggio in lingua latina, che gli investigatori dovranno decifrare. Ci troviamo di fronte ad un enigma, ad un mistero che affonda le sue radici nel passato dell'omicida e di chi sta investigando. Le indagini, ovviamente, sono affidate alla sezione Omicidi della Polizia di Roma, guidata dal comandante Michele Pisano, che si ritrova a lavorare con l'anatomopatologa forense Maela Mannini e con il profiler Alessandro Scantini, uomo chiave per la risoluzione del caso. La bravura dell'autore consiste nell'aver saputo calibrare sapientemente tutti gli elementi tipici del thriller a cui ha aggiunto quel tocco di approfondimento psicologico dei vari personaggi, che piace molto ai lettori. Nella sua totalità, il romanzo risulta ben equilibrato, i vari paragrafi - che seguono una specifica scansione temporale - danno alla narrazione e all'intreccio la giusta suspense e un ritmo incalzante che spinge il lettore a rimanere attaccato alle pagine. Nelle descrizioni di alcune scene, come quella di apertura del romanzo, non mancano forti sfumature noir, perfette per chi è amante delle immagini forti: «Il colore delle sue mani non riusciva a vederlo, a distinguerlo. Il rosso scuro del sangue rappreso ne copriva interamente il dorso». Fin qui può sembrare il solito thriller, ma questo romanzo ha degli aspetti che lo differenziano dagli altri. Innanzitutto, la scrittura dell'autore non si perde in digressioni e descrizioni inutili, anzi le scene che ci vengono presentate sono così realistiche da far sentire il lettore dentro la storia. La storia, proprio perché non presenta rallentamenti narrativi, procede verso un climax sempre maggiore, accompagnando il lettore ad un finale che non si aspetta. Un altro aspetto da mettere in evidenza è che, tra le righe, si legge una sorta di ironia, appena accennata, ma presente, che aiuta il lettore a simpatizzare e ad entrare in sintonia ora con un personaggio, ora con un altro. L'archivio della coscienza è un bel romanzo che non vi lascerà delusi.
 
Contatti
https://www.instagram.com/benedettoscampone/
https://it-it.facebook.com/people/Benedetto-Scampone/100005089960409
 
Link di vendita
https://www.gruppoalbatros.com/prodotti/larchivio-della-coscienza-benedetto-scampone/
https://www.amazon.it/Larchivio-della-coscienza-Benedetto-Scampone/dp/8830609986
https://www.barnesandnoble.com/w/larchivio-della-coscienza-benedetto-scampone/1136278671
 
 
 

letteratura, libro, roma capitale, thriller

Articoli correlati

Libri

Intervista a Giuseppe Tecce, autore del romanzo “Storia di un presidente che si credeva un topo”.

30/06/2022 | Bookpress

Giuseppe tecce è nato a benevento nel 1972. È Il presidente di una cooperativa sociale che si occupa di servizi dedicati a persone svantaggiate ed emarginate. “Storia...

Libri

Il 17 giugno 2022 Vincenzo Spadafora presenta il suo libro "Senza Riserve" con Giovanni Ciacci, Carolyn Smith e Laura Sgrò @ Dom

15/06/2022 | lorenzotiezzi

        domina zagarella sicily, a santa flavia (palermo) non è solo uno splendido resort sul mare in cui rilassarsi e oziare dal mattino a notte fonda, fa...

Libri

Esce Rap Criminale

30/05/2022 | CarolinaElle

La storia di una sincera amicizia e l'amore per il rap, il music business e la criminalità di strada. Queste le tematiche portanti del libro “rap criminale. Tupac, big...

424513 utenti registrati

17037758 messaggi scambiati

15472 utenti online

24647 visitatori online